Spazi al femminile, tra arte e design. Ne parliamo sul nuovo numero di Artribune Magazine, in cottura in queste ore. Ecco qualche anticipazione…

Non sono opere d’arte, ma nemmeno esattamente oggetti di design. Non prodotti fatti in serie, economici, industriali, da acquistare in leggerezza e privi d’esclusività. Insomma, parliamo di qualcosa che sta a metà: creazioni borderline, tra arte e design. Un settore di cui sempre più spesso si occupano certe gallerie, specializzate in edizioni a tiratura limitata, […]

Galleria Luisa Delle Piane

Non sono opere d’arte, ma nemmeno esattamente oggetti di design. Non prodotti fatti in serie, economici, industriali, da acquistare in leggerezza e privi d’esclusività. Insomma, parliamo di qualcosa che sta a metà: creazioni borderline, tra arte e design. Un settore di cui sempre più spesso si occupano certe gallerie, specializzate in edizioni a tiratura limitata, pezzi unici, oggetti-scultura, belli ma anche funzionali, preziosissimi ma d’uso quotidiano. È questo l’universo esplorato da Valia Barriello sul prossimo Artribune Magazine, per la consueta rubrica Design. Un’indagine capillare, da cui emerge tra l’altro una peculiarità: gli art director di questi contenitori sono, quasi sempre, donne. Un caso? Un fatto di attitudine e di sensibilità? Ed ecco passare in rassegna realtà come quella di Luisa Delle Piane, col suo spazio milanese aperto già nel 1994; e poi ancora a Milano Rossana Orlandi, che ha aperto nel 2002 in un vecchio cravattificio con giardino annesso, e Nina Yashar, specializzata in antichi tappeti persiani, tibetani e cinesi. A Roma, invece, c’è Secondome, guidata dal giovane architetto Claudia Pignatale, che lancia collezioni hand made ideate da giovani designer e realizzate da esperti artigiani.
Volete conoscere nel dettaglio spazi, talenti, attività? Pochissimi giorni ancora: lavori in corso, in queste ore, per chiudere il numero. Prestissimo in arrivo nelle vostre buche delle lettere o nella vasta rete di point diffusi lungo lo Stivale.

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti a Incanti. Il settimanale di Artribune sul mercato dell'arte

 
 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d’arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Palermo e di Roma (dove è stata anche responsabile dell’ufficio comunicazione). Collaboratrice da vent’anni anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo, fino al 2010, come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la testata culturale Artribune, dove ancora oggi lavora come editorialista, collaborando col team di direzione e operando come curatrice e project manager nel nuovo comparto aziendale Artribune Produzioni. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica, politica, costume, comunicazione, attualità e linguaggi creativi contemporanei. Presso Riso Museo d’Arte contemporanea della Sicilia è stata curatrice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti, prevalentemente presso spazi pubblici italiani, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. È stata membro di commissioni e giurie per premi/residenze d’ambito nazionale, riservati ad artisti. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.