Milano Updates: un premio per due. Massimo Grimaldi (Galleria Zero) e Armin Linke (Galleria Vistamare) vincono ex aequo a MiArt il Premio Rotary Club Milano Brera

La shortlist era di assoluto rispetto, con in corsa Luca Francesconi (Galleria Fluxia – Milano), Massimo Grimaldi (Galleria Zero – Milano), Elad Lassry (Galleria Massimo De Carlo – Milano), Armin Linke (Galleria Vistamare/Benedetta Spalletti – Pescara). E alla fine infatti la giuria del Premio Rotary Club Milano Brera ha optato per un ex aequo, assegnano […]

La shortlist era di assoluto rispetto, con in corsa Luca Francesconi (Galleria Fluxia – Milano), Massimo Grimaldi (Galleria Zero – Milano), Elad Lassry (Galleria Massimo De Carlo – Milano), Armin Linke (Galleria Vistamare/Benedetta Spalletti – Pescara). E alla fine infatti la giuria del Premio Rotary Club Milano Brera ha optato per un ex aequo, assegnano da vittoria a Linke – per Carlo Scarpa, negozio Olivetti – Piazza San Marco Venezia, 2013, (stampa fotografica su alluminio) – e Grimaldi, per Farid Rahimi’s project for abstract video, 2014 (otto disegni, in box di metacrilato).
Armin Linke, uno tra i maggiori fotografi della sua generazione, riesce in una sola immagine ad evocare sinteticamente un preciso momento della realtà culturale italiana, in cui il design ha espresso al massimo grado valori etici ed estetici altamente innovativi del nostro Paese”, ha motivato la giuria, composta da Laura Cherubini, Christian Marinotti e Cristiana Perrella. “Etica ed estetica sono i valori alla base anche dell’altro lavoro premiato, quello di Massimo Grimaldi, artista che si è affermato proprio per questo sulla scena internazionale. Relazione che qui si esprime nella progettazione di un oggetto funzionale destinato a ospitare l’opera di altri artisti”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.