Torino Updates: fiera d’arte, scrivania d’artista. L’ultima moda emersa da Artissima 20 è il desk ricavato da una delle opere esposte in stand: ecco la curiosa gallery…

Se non li si vedesse, si potrebbe pensare a uno dei tanti riflessi della crisi generalizzata: anche i galleristi fanno di tutto per ottimizzare i costi, anche ad Artissima. Ma poi il risultato smentisce ogni idea di austerity: parliamo della voga affatto nuova di utilizzare una delle opere esposte nello stand come desk per distribuire […]

Il Book Tower Studio di Tobias Putrih, nel booth della galleria Gregor Podnar

Se non li si vedesse, si potrebbe pensare a uno dei tanti riflessi della crisi generalizzata: anche i galleristi fanno di tutto per ottimizzare i costi, anche ad Artissima. Ma poi il risultato smentisce ogni idea di austerity: parliamo della voga affatto nuova di utilizzare una delle opere esposte nello stand come desk per distribuire il materiale informativo o comunque per accogliere i collezionisti. Dal Book Tower Studio di Tobias Putrih, nel booth della galleria Gregor Podnar, alla scultura di Helidon Xhixha che campeggia nello stand della Galley on the move di Tirana. E una menzione non può mancare anche per il fotografatissimo “car table” disegnato da FREe-SCO per Artribune. Ecco dunque una curiosa fotogallery, con i desk d’artista o comunque inusuali visti quest’anno all’Oval…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.