La Rigenerazione Urbana nasce dalle Relazioni. Un festival di street art, teatrodanza, architettura e design invade Rosarno a fine settembre. Iscrizioni aperte ai workshop per ripensare la città calabrese

Fare di una città un laboratorio a cielo aperto, fondato sulla coesione sociale, sulla sostenibilità economica e sulla cittadinanza attiva. È quanto si propone di realizzare un gruppo di ragazzi di varie parti d’Italia con A di Città, una piattaforma di discussione sulle politiche urbane, in collaborazione con l’amministrazione comunale e le istituzioni locali, per […]

Un murale di 3TTMan

Fare di una città un laboratorio a cielo aperto, fondato sulla coesione sociale, sulla sostenibilità economica e sulla cittadinanza attiva. È quanto si propone di realizzare un gruppo di ragazzi di varie parti d’Italia con A di Città, una piattaforma di discussione sulle politiche urbane, in collaborazione con l’amministrazione comunale e le istituzioni locali, per ripensare la Rosarno del futuro. Una piccola cittadina calabrese in provincia di Reggio Calabria che, per il secondo anno consecutivo, ospiterà Relazioni – il Festival Internazionale della Rigenerazione Urbana. I luoghi interessati? Il centro storico e la semiperiferia, caratterizzati, sotto il profilo urbano, da degrado architettonico e, sotto quello sociale, dalla residenza di un’alta percentuale di nuclei familiari stranieri.
Nell’ultima settimana di settembre Rosarno sarà, così, “invasa” da 70 studenti universitari provenienti da Ferrara e Reggio Calabria e da ben 20 Urban Artist, tra cui Guildor, Fra Biancoshok, BR1, 3ttman, Luzinterruptus, SpY, Elfo, Domenico Romeo, The Wa, Achille e tutor provenienti da diverse città europee. Saranno anche presenti due compagnie di teatrodanza (SenzaConfiniDiPelle e Tardito/Rendina), tre collettivi di architetti e designer (DettoFatto, Studio SuperFluo e Collectif ETC), sociologi, antropologi e paesaggisti  e una ricca programmazione di eventi. Già, perché una delle particolarità del Festival è l’affiancare eventi culturali alla costruzione fisica di nuovi spazi pubblici per i quartieri, attraverso un workshop multidisciplinare formato da quattro sezioni: Arte, Cantiere Aperto, Città, Teatrodanza. La prima edizione, per esempio, ha visto la riqualificazione di una piazza della città con il contributo del Collectif ETC e di due università (Ferrara e Reggio Calabria) e opere di artisti internazionali (SpY, Florian Rivière, Guildor, Ivan il poeta di strada) che hanno arricchito il patrimonio artistico cittadino.
Anche quest’anno i partecipanti al workshop lasceranno le loro tracce nella città (opere d’arte, design urbano, installazioni, nuovi orti e aree attrezzate), si confronteranno con gli ospiti del Festival e formuleranno programmi e “linee d’intervento” per la rigenerazione del quartiere interessato dalle operazioni di riqualificazione. Il Festival partirà il 15 settembre (con l’arrivo delle compagnie di Teatrodanza) ed entrerà nel vivo il 22 fino al  29 settembre 2013, con gli artisti e tutti gli altri ospiti. Per chi è interessato è possibile iscriversi ai workshop mandando una mail, con i relativi documenti in allegato, a [email protected] entro il 28 agosto.

– Claudia Giraud

adicitta.wordpress.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).