Uffizi, museo senza città? Rispondono Stefano Boeri e Michele Dantini, ospiti del quarto appuntamento della rassegna ‘Firenze che sarà’

È il museo più bello al mondo per il gruppo di critici d’arte ed esperti riuniti da The Times, ma anche il primo museo in Italia per numero di visitatori nel 2012, eppure “qual è realtà che si può osservare oggi” dalla Galleria degli Uffizi? Questa la domanda al centro di Agli Uffizi. Il Museo […]

Gli Uffizi, a Firenze

È il museo più bello al mondo per il gruppo di critici d’arte ed esperti riuniti da The Times, ma anche il primo museo in Italia per numero di visitatori nel 2012, eppure “qual è realtà che si può osservare oggi” dalla Galleria degli Uffizi? Questa la domanda al centro di Agli Uffizi. Il Museo senza città, quarto appuntamento del ciclo di conversazioni pubbliche Firenze che sarà. Incontri e visioni di architettura, previsto per giovedì 16 maggio – alle  18 – presso la Sala delle Reali Poste degli Uffizi.
Organizzato dall’Ordine degli Architetti della provincia di Firenze e dalla Fondazione Professione Architetto in collaborazione con Image, Firenze che sarà si articola in cinque incontri complessivi, avviati lo scorso febbraio e proposti con frequenza mensile fino a giugno 2013. Peculiarità dell’iniziative è la visione di filmati di architettura contemporanea, selezionati dall’archivio video di Image, a partire dai quali esperti e cittadini sono chiamati a confrontarsi sullo sviluppo urbano del capoluogo toscano, valutandone bisogni e formulando risposte.
Per la prima volta la rassegna entra in uno dei luoghi simbolo del centro storico fiorentino, gli Uffizi appunto, dove l’architetto Stefano Boeri e il critico e storico dell’arte Michele Dantini sono chiamati aincoraggiare uno sguardo ampio sullo spazio pubblico contemporaneo osservato in altre città del mondo.”

– Valentina Silvestrini

www.ordinearchitetti.fi.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.