Lo Strillone: una lotteria benefica su web per salvare le meraviglie di Tiro, su Il Giornale il primo premio è un Picasso. E poi Fiona Tan al Maxxi, in pericolo il Museo della Mente, boom del contemporaneo in Italia…

Riffa on-line a sfondo benefico per salvare, via Sotheby’s, il sito archeologico di Tiro. Su Il Giornale si tenta la fortuna: 50mila biglietti, 100 euro l’uno, primo premio un disegno di Picasso datato 1914. Che si fa nel week-end di Pasqua? Un giro tra mostre e musei, ovviamente: Corriere della Sera e Libero presentano quelli […]

Quotidiani
Quotidiani

Riffa on-line a sfondo benefico per salvare, via Sotheby’s, il sito archeologico di Tiro. Su Il Giornale si tenta la fortuna: 50mila biglietti, 100 euro l’uno, primo premio un disegno di Picasso datato 1914.

Che si fa nel week-end di Pasqua? Un giro tra mostre e musei, ovviamente: Corriere della Sera e Libero presentano quelli aperti per ferie. Mentre Avvenire festeggia i numeri del contemporaneo: oltre 300mila accessi, nell’ultimo anno, al Macro; 265mila al Museo del Novecento. Musei che giubilano, musei che chiudono: protesta L’Unità per la possibile implosione di quello della Mente, che a Roma racconta l’epopea degli studi sulla psichiatria e il dramma del manicomi.

C’è modo e modo di fotografare, e a Milano si incontrano entrambi: Jeff Wall al PAC e il realismo di Jamel Shabazz in galleria per i paralleli che Orio Vergani suggerisce su Quotidiano Nazionale. In tema mostre Il Fatto Quotidiano invita a Spoleto per Gastone Biggi, mentre La Stampa punta sugli echi piranesiani di Fiona Tan al Maxxi. La Repubblica: le ossessioni adrianee di Marguerite Yourcenar ispirano una grande mostra a Tivoli.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.