Lo Strillone: su Corriere della Sera alle gallerie italiane piace la fiera di New Dehli. E poi le incognite sul futuro di Rivoli, Manet a Venezia, Uderzo abbandona Asterix…

L’India? Meglio della Cina per i galleristi d’Italia, che affidano a un fondino su Corriere della Sera le impressioni dalla fiera di New Dehli: in tre sono andati a vendere laggiù, trattasi di Continua, Poggiali e Forconi e MK Search Art. In una breve su L’Unità “Io Klimt” in mostra a Gubbio. Su Il Fatto […]

Quotidiani
Quotidiani

L’India? Meglio della Cina per i galleristi d’Italia, che affidano a un fondino su Corriere della Sera le impressioni dalla fiera di New Dehli: in tre sono andati a vendere laggiù, trattasi di Continua, Poggiali e Forconi e MK Search Art. In una breve su L’Unità “Io Klimt” in mostra a Gubbio.

Su Il Fatto Quotidiano il mondo di ArtFinder, la app per vagolare tra mostre e musei; la mitica Olympia di Manet è pronta a lasciare per la prima volta Parigi: su La Repubblica si da notizia del suo prossimo prestito ai Musei Civici Veneziani.

Richter alla Sandretto per la pagina culturale de La Stampa; dove ad accompagnare la recensione alla personale di Ana Mendieta non manca, a firma di Rocco Moliterni, una graffiante riflessione sulle incognite che sembrano offuscare il futuro di Rivoli. Su Il Giornale Albert Uderzo molla Asterix: a 85 anni il papà del gallo appenda la matita al chiodo.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.