Lo Strillone: Quotidiano Nazionale in Giappone, dove vogliono mettere le mutande al David di Michelangelo. E poi il crowd-funding di Pietromarchi per la Biennale, saggi di architettura carolingia, cedimenti di intonaco agli Uffizi…

Niente da fare: in Giappone hanno davvero una diffusa e particolare perversione per l’intimo. Se è vero che, riporta Quotidiano Nazionale, vogliono mettere le mutande a una copia del David di Michelangelo: sul caso anche Philippe Daverio, per una riflessione sul (non) comune senso del pudore. In tema di etica, creatività e morale anche Avvenire: […]

Quotidiani
Quotidiani

Niente da fare: in Giappone hanno davvero una diffusa e particolare perversione per l’intimo. Se è vero che, riporta Quotidiano Nazionale, vogliono mettere le mutande a una copia del David di Michelangelo: sul caso anche Philippe Daverio, per una riflessione sul (non) comune senso del pudore. In tema di etica, creatività e morale anche Avvenire: Andrea Dell’Acqua disserta su quando l’arte diventa una religione.

Cede un cornicione agli Uffizi, piovono frammenti di intonaco: l’allarme su Il Giornale. Franco Angeli ristampa il monumentale saggio di Ciotta sull’architettura carolingia: recensione su Corriere della Sera, che intervista Giancarlo Politi in vista di Flash Art Event.

Annunci biennalistici su La Repubblica, con i fari puntati sull’operazione di crowd-funding di Pietromarchi; L’Unità a Palazzo Reale per la mostra di Bob Dylan, La Stampa a Vercelli per la prossima inaugurazione della mostra con cui, il braccio piemontese della Guggenheim, analizza gli Anni Sessanta.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.