Strade in festa a Parma, con BoulevArt. Un esercito di artisti e perofrmer mette in scena un grande street show. Per la gioia di occhi, orecchie, ma anche del palato, grazie ai point di Streetfood

Arte per tutti a Parma, con BoulevArt, che la sera del 30 giugno invaderà letteralmente strade, piazze e locali dello storico quartiere dell’Oltretorrente, quello più popolare e pittoresco, dove ancora si sente parlare il dialetto, dove le differenze tra le persone sfumano nella condivisione di spazi e piccoli gesti, dalla sosta sulle panchine a quelle […]

Feste popolari nel quartiere Oltretorrente, a Parma

Arte per tutti a Parma, con BoulevArt, che la sera del 30 giugno invaderà letteralmente strade, piazze e locali dello storico quartiere dell’Oltretorrente, quello più popolare e pittoresco, dove ancora si sente parlare il dialetto, dove le differenze tra le persone sfumano nella condivisione di spazi e piccoli gesti, dalla sosta sulle panchine a quelle alle fontanelle d’acqua. Ecco allora che le strade si riempiono di artisti, animandosi di concerti, performance e spettacoli di danza, secondo un concetto di piattaforma democratica: un’occasione per i giovani creativi di mettersi in gioco conquistando la scena, per una notte, dopo essere entrati a far parte di un ampio database online sul sito dedicato, attivo già da qualche anno. L’atmosfera è quella della festa, del evento comunitario, street festival che funziona al contempo come vetrina e trampolino di lancio. Un modo per stabilire un contatto – gioioso e leggero – tra aspiranti artisti e cittadini. Il tutto naturalmente – e a Parma non poteva essere altrimenti! – accompagnato dalle leccornie dell’associazione Streetfood.

– Marta Santacatterina

www.boulevartparma.it
www.streetfood.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte – titolo conseguito all'Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia dell’arte medievale –, svolge da molti anni la professione di editor freelance per conto di varie case editrici ricoprendo anche, dal 2015 all’inizio del 2018, il ruolo di direttore editoriale del marchio Fermoeditore e della rivista collegata “fermomag”, sulla quale si è dedicata alle rubriche di arte, fotografia e mostre. Scrive per “Artribune” fin dalla nascita della rivista nel 2011, mentre più recenti sono le collaborazioni con il sito “Art&Dossier” – sul quale recensisce progetti allestiti in gallerie private –, con “La casa in ordine”, dove si occupa di designer emergenti e autoprodotti, e con la rivista “Dolcesalato”, su cui propone ai pasticceri suggestioni tratte dall'arte contemporanea. Scrive inoltre testi storico-artistici e sul fumetto per case editrici italiane (Giunti editore, Grafiche Step editrice ecc.) e statunitensi (Fantagraphics Books). Ha partecipato come giurata a concorsi di arte o fotografia e raramente cura delle mostre per artisti che riescono a convincerla grazie alla qualità dei lavori e alla solidità della loro poetica. Per la sede di Parma del Boston College, si occupa inoltre di attività di tutoring sull'arte contemporanea per studenti americani.