La Abramovic vende il loft. Chi si vuol comprare il pied a terre newyorkese di Marina? In rete le fotografie delle case comprate e vendute dai vip, e non mancano gli artisti contemporanei…

In rete ormai è diventata una mania. I siti che mettono il naso nelle compravendite immobiliari dei vip spuntano come i funghi, offrendo una panoramica oggettivamente divertente sui gusti – nonché sull’entità dei conti in banca – di un gruppo assortito e internazionale di celebrities. Uno dei più longevi è The Real Estalker, blog statunitense […]

Il loft di Marina Abramovic in vendita a New York

In rete ormai è diventata una mania. I siti che mettono il naso nelle compravendite immobiliari dei vip spuntano come i funghi, offrendo una panoramica oggettivamente divertente sui gusti – nonché sull’entità dei conti in banca – di un gruppo assortito e internazionale di celebrities. Uno dei più longevi è The Real Estalker, blog statunitense che ci aggiorna con cadenza pressochè quotidiana sugli ultimi acquisti in fatto di ville, appartamenti e residenze varie delle star, con tanto di fotografie, indirizzi e quotazioni (nel disclaimer pregano però i lettori di utilizzare con cautela le informazioni e di non recarsi a bussare alle porte dei loro beniamini).
Ed è proprio dalle pagine di The Real Estalker, ad esempio, che si può dare un’occhiata al cottage acquistato da Cindy Sherman a Springs, nello stato di New York, zona particolarmente cara ad artisti e scrittori (Kurt Vonnegut, Willem deKooning e Jackson Pollock hanno comprato o affittato case da queste parti, giusto per fare qualche nome).
Curbed.com ci informa invece che a New York City è stato appena messo in vendita il loft – recentemente ristrutturato – di Marina Abramovic, un elegante open space di 250 metri quadri in quel di SoHo. Il prezzo? Giusto 3 milioni e mezzo di dollari…

– Valentina Tanni

realestalker.blogspot.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.