“Kounellis? Può anche staccare il suo lenzuolo ed andarsene a casa”. Tanto per non equivocare lo Sgarbi-pensiero…

“Non capisco perché l’arte contemporanea in Italia debba essere di esclusiva competenza dei personaggi della moda. Che certamente non conoscono Federico Bonaldi, che è un grande artista, e invece mi propongono cose come questa, veramente brutta”. Totalmente travolto dalla propria enfasi oratoria, inseguito da torve di giornaliste sudatissime nello stargli dietro, Vittorio Sgarbi indica platealmente […]

Non capisco perché l’arte contemporanea in Italia debba essere di esclusiva competenza dei personaggi della moda. Che certamente non conoscono Federico Bonaldi, che è un grande artista, e invece mi propongono cose come questa, veramente brutta”. Totalmente travolto dalla propria enfasi oratoria, inseguito da torve di giornaliste sudatissime nello stargli dietro, Vittorio Sgarbi indica platealmente la grande installazione a parete di Jannis Kounellis che vedete in foto, come esempio di ciò che lui non considera valido, e che è invece sostenuto dal mondo della moda(Alda Fendi, in questo caso).
È qui perché ce l’ha voluto portare una sua importante collezionista. Per quanto mi riguarda, Kounellis potrebbe anche staccare il suo lenzuolo e tornarsene a casa…”

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.