E alla fine ci toccò affrontare l’argomento: i commenti di Artribune. Beh, non potete tirarvi indietro e non dire la vostra…

Quale piazza migliore per affrontare un problema di un sito-test, messo su anche per discutere di noi stessi e di come vogliamo essere in futuro quando avremo una casa definitiva? E allora prendiamo l’abbrivio da un vero e proprio flame di commenti nati durante la giornata di ieri in calce ad una notizia. Commenti che […]

Quale piazza migliore per affrontare un problema di un sito-test, messo su anche per discutere di noi stessi e di come vogliamo essere in futuro quando avremo una casa definitiva? E allora prendiamo l’abbrivio da un vero e proprio flame di commenti nati durante la giornata di ieri in calce ad una notizia. Commenti che hanno preso avvio da una pressante richista di un lettore che suonava sinteticamente così: mettete l’obbligo di registrarsi nel commentario, così la gente dovrà avere per forza la sua identità e non potrà camuffarsi.
Immediata la spaccatura in due fronti dell’esercito di commentatori. Ehggià perché c’è chi dice, con un pizzico di bizzarra surrealtà, che “è così bello e civile poter scrivere ‘aridatece il Guercino’ come commento alla recensione di una mostra ‘so contemporary’, senza dover metterci la faccia!“. Chi ci mette il carico da undici affermando che “l’anonimato è anche un valore, anzi un valore fondante, visto che proprio la libertà di cui stiamo discutendo si fonda su un gesto necessariamente, rigorosamente anonimo, che è il voto“. E chi, tutto al contrario, tuona che “richiedere l’iscrizione ai partecipanti è l’unica possibilità per rendere Artribune un prodotto davvero autorevole“.
Noi, qui dall’altra parte, siamo un filino spiazzati e frastornati. Altro non possiamo fare che auspicare un ampio dibattito, qui sotto, che ci permetta di scegliere, quando sarà il momento: commenti aperti a tutti, confidando sulla civiltà dei nostri lettori; o commenti con obbligo di registrazione per tarpare a monte le ali dei furbetti?

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.