Lo street artist napoletano Jorit, noto per i suoi grandi murali che ritraggono volti di eroi del passato e contemporanei, è tra gli ospiti del nuovo appuntamento di LUCE SOCIAL CLUB, programma di approfondimento culturale condotto da Denise Negri e Federico Chiarini, prodotto da ERMA PICTURES in collaborazione con Sky Arte e Cinecittà, con la regia di Max De Carolis.

JORIT E IL MURALE DEDICATO A DOSTOEVSKIJ APPREZZATO DA PUTIN

Jorit si è fatto conoscere in tutto il mondo per la sua arte capace di affiancare forti messaggi di natura sociale a un profondo realismo e a una grande padronanza tecnica del mezzo pittorico. Il suo nome è balzato alle cronache internazionali per gli apprezzamenti che il leader russo Vladimir Putin ha espresso riguardo al grande murale da lui realizzato a Fuorigrotta e raffigurante il volto di Fëdor Dostoevskij con la tipica cicatrice sulla guancia, firma distintiva dell’artista partenopeo. “Penso che molti sappiano, abbiano visto, come a Napoli un artista di strada di recente abbia dipinto sul muro di un palazzo il ritratto dello scrittore russo Fedor Dostoevskij, ormai cancellato in Occidente. Dà ancora speranza, attraverso la simpatia reciproca delle persone, attraverso una cultura che collega e unisce tutti noi, la verità sicuramente si farà strada” ha sentenziato Putin.

LA CITAZIONE DI PASOLINI INSIEME A DOSTOEVSKIJ NEL MURALE DI JORIT

Anche di quest’opera parlerà Jorit nella puntata di venerdì 15 aprile di Luce Social Club, in onda dalle ore 20.00 su Sky Arte (canali 120 e 400), disponibile on demand e in streaming su NOW e anche in streaming gratis per tutti su arte.sky.it, chiudendo la serata che vedrà ospiti anche l’attore e regista Edoardo Leo e la musicista Nudha. Nella clip che vi proponiamo in anteprima, l’artista ci spiega in particolare che, accanto alla grande figura di Dostoevskij, ha inciso le parole tratte dal film Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini, dove era presente anche l’attore comico Totò. L’intento è stato quello di parlare della pace in termini “più complessi”, nella speranza che la citazione fosse d’ispirazione per i ragazzi del posto.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Roberta Pisa
Vive a Roma dove si è laureata in Scienze politiche e Relazioni internazionali. Da sempre si occupa di cultura e comunicazione digitale. Dal 2015 è pubblicista e per Artribune segue le attività social.