RAMO – Ritratto a mano è un workshop-residenza curato da Giuliana Benassi e organizzato da Angelo Bucciacchio e Giuseppe Pietroniro. Nato nel 2014 in Abruzzo, si pone come scopo principale la riflessione sul processo artistico inteso come indagine del sé. Ogni anno viene invitato a condurre le giornate di residenza un artista-tutor, la cui presenza caratterizza ogni edizione con la sua peculiare visione e con il suo personale metodo di lavoro.
L’appuntamento del 2021 ha visto protagonista l’artista-tutor Francesco Arena nello scenario marittimo di Giulianova all’interno del Royal Hotel, una struttura alberghiera situata sul mare Adriatico. “La scelta di cambiamento di sede” – dichiara la curatrice – “risponde alle esigenze del momento storico attuale. Se nelle prime edizioni l’immersione nel contesto dell’Ex Convento delle Clarisse di Caramanico Terme rispondeva alla volontà di costruire condizioni eccezionali di lavoro caratterizzate dall’isolamento e dal forte contrasto dentro-fuori, oggi tale eccezionalità sembra essere se non ordinaria, quantomeno condizione diffusa. Per tanto l’urgenza che si pone è quella di interrogare il vuoto e l’assenza come spazio di ricostruzione in cui il processo artistico riflette le traiettorie dell’oggi”.
Gli artisti partecipanti, selezionati tramite una open call, hanno lavorato a delle opere pensate per il luogo, scaturite dal dialogo reciproco e dalla relazione instaurata con il territorio circostante: la restituzione dell’esperienza è stata una mostra, un percorso espositivo disseminato in alcuni spazi dell’Hotel, visitabile per tutta la stagione estiva.

www.ritrattoamano.it

Dati correlati
CuratoriFrancesco Arena (Genova), Giuliana Benassi
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.