Una webserie in quindici episodi racconta la storia di Anne Frank scegliendo un formato insolito: il vlog. Gli autori hanno infatti immaginato che la protagonista avesse a disposizione una videocamera invece che un diario cartaceo, traducendo la sua vicenda in un linguaggio nuovo, diretto in maniera specifica ai più giovani. Il video-diario segue la quattordicenne a partire dal 29 marzo 1944, quando si trovava già nascosta, insieme alla sua famiglia, da oltre un anno e mezzo per sfuggire ai nazisti.

“Sono entusiasta di questo vlog. Sostituendo il diario con una macchina fotografica, i giovani possono facilmente immedesimarsi, tornando ai tempi di quando viveva Anna Frank” ha affermato Jacqueline van Maarsen, amica ora 91enne di Anne Frank. “Ho avuto bisogno di tempo per abituarmi all’idea, ma penso sia positivo che la storia di Anne Frank sia stata contestualizzata ai tempi moderni”.

La web serie, lanciata dalla Anne Frank House di Amsterdam, è visibile in oltre 60 Paesi ed è stata tradotta in nove lingue.

Consulta qui la pagina dedicata

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.