L’85 per cento degli artisti nelle collezioni dei più grandi musei americani sono bianchi. E solo l’1,85 per cento sono neri”. Inizia con questo dato impressionante, che mette in evidenza uno squilibrio culturale secolare, il trailer del documentario Black Art: In the Absence of Light, lanciato nelle scorse settimane dal network statunitense HBO.
Ispirato dalla storica mostra Two Centuries of Black American Art, curata nel 1976 dall’artista, docente e curatore David Driskell, il film introduce gli spettatori al mondo poco conosciuto dell’arte prodotta dalla comunità nera, con una serie di focus su alcune delle personalità contemporanee più interessanti, come Theaster Gates, Kerry James Marshall, Faith Ringgold, Amy Sherald e Carrie Mae Weems. Diretto da Sam Pollard, il lungometraggio intreccia interviste a studiosi, storici, curatori e artisti, con immagini di repertorio e visite negli studi.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.