Cinquanta minuti di immagini filmate, girate tra il 1923 e il 1939, raccontano frammenti della vita e dell’opera di Constantin Brâncuși (1876 – 1957). Lo scultore rumeno, personaggio particolarissimo della storia dell’arte moderna, capace di unire la tradizione artigiana, le influenze esotiche e la sintesi formale dell’avanguardia, viene qui mostrato al lavoro in diverse fasi della sua vita, a partire dal montaggio di una delle sue opere più famose, la Colonna senza fine. Come ha scritto il critico Blake Gopnik sul New York Times, queste immagini mostrano “Brâncuși ossessionato dal modo in cui la sua scultura svettante prende vita all’aria aperta […], meno interessato a creare fantasiosi oggetti da museo quanto piuttosto a mettere al mondo nuovi tipi di cose, quasi oggetti viventi
L’uso della cinepresa era stato suggerito all’artista dall’amico e collega Man Ray, che all’inizio degli anni Venti gli aveva insegnato i primi rudimenti di questa allora nuova tecnologia. Questo prezioso documento raccoglie tutte le immagini girate da Brâncuși e giunte fino a noi.

Dati correlati
AutoreConstantin Brancusi
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.