Il nuovo cortometraggio dei giovani registi francesi Tristan Helias e Marin Troude si intitola Museum ed è stato girato in due dei musei più famosi e amati di Parigi: il Louvre e il Musée D’Orsay. Protagonisti sono un ragazzo e una ragazza, rispettivamente impegnati in performance di skateboard e danza classica, sullo sfondo, mozzafiato, di questi due templi della cultura occidentale. Di notte, in solitudine, sulle note della colonna sonora originale di Max Richter, i due volteggiano tra statue, colonne e dipinti, per poi incontrarsi in un abbraccio romantico.
Gli spettatori vengono trasportati da una coreografia visiva orchestrata con cura, nella quale lo skateboarding diventa una nuova forma di danza e si eleva al livello delle arti coreografiche moderne. L’unione dei due corpi in movimento rappresenta l’amore che fa incontrare il palcoscenico e la strada”, si legge in uno statement del Musée D’Orsay.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.