La giovane attivista svedese Greta Thunberg (2003) è salita alla ribalta nel 2018 dopo il suo discorso alla Conferenza delle Nazioni Unite sul Climate Change Le sue parole hanno infatti commosso e motivato milioni di persone, dando un impulso molto forte al movimento ambientalista in lotta contro i governi per l’applicazione di nuove e radicali politiche ecologiche. E se la crisi sanitaria internazionale ha momentaneamente messo in ombra, quantomeno sui media, il problema del cambiamento climatico, la battaglia di Greta – e dei suoi seguaci – non si è fermata.
Un documentario diretto da Nathan Grossman, in uscita su Hulu il prossimo 13 novembre, racconta la straordinaria storia di Greta Thunberg offrendo uno sguardo anche dietro le quinte, una narrazione intima che cerca di spiegare come una teenager timida e con la sindrome di Asperger sia divenuta un’icona del movimento ambientalista a livello globale.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.