Tokri (The Basket) è il titolo di una delizioso corto animato firmato da Suresh Eriyat e Studio Eeksaurus. Realizzato totalmente in stop-motion con personaggi di plastilina, il filmato racconta la storia di una bambina ambientata a Mumbai. Dopo aver rotto per errore un orologio a cui il padre tiene moltissimo, la piccola protagonista cerca di guadagnare qualche soldo per aggiustarlo, vendendo per la strada dei canestri di paglia fatti a mano. Anche se le cose non vanno proprio come sperato, alla fine il legame familiare si rivela saldo e profondo, ricordando alla bambina – e allo spettatore – l’importanza dell’amore e del supporto reciproco, anche in momenti difficili.
L’idea, racconta l’autore, gli è venuta rielaborando un’esperienza personale. Mentre si trovava fermo al semaforo, una ragazzina lo avvicinò per vendergli dei cestini, ma, senza pensarci troppo, Suresh la allontanò infastidito. Il rimorso, però, non tardò ad arrivare, insieme all’ispirazione per questo commovente lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.