Il filmmaker argentino Fernando Livschitz è famoso per i suoi cortometraggi onirici e surreali. In Beautiful Chaos, la sua ultima produzione, l’ambientazione è il classico parco dei divertimenti, tra giostre, montagne russe e ruote panoramiche. Se all’inizio del video tutto sembra semplice e ordinario, man mano che la narrazione procede piccole deviazioni dalla realtà iniziano a farsi strada, portando le immagini a scivolare lentamente ma inesorabilmente verso il mondo dell’immaginazione. La ruota gira su sei cerchi diversi e le montagne russe diventano un loop infinito, oppure continuano a funzionare nonostante un tratto dei binari sia letteralmente scomparso.
Cerco di far sorridere le persone”, ha commentato l’autore, “penso che sia sempre possibile mostrare il mondo e le idee in modi diversi, usando la magia e la sorpresa. Come regista amo esprimere il mio punto di vista attraverso l’uso del pensiero creativo”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.