Una terrazza, il fascino di Roma, stoffe e tessuti pregiati stesi al sole, quasi a godere di quella libertà che il Covid-19 ha sottratto agli esseri umani. Ma che non ha fermato la creatività, spesso esplosa durante l’isolamento forzato causato dall’emergenza sanitaria.
Il couturier Sylvio Giardina, in collaborazione con Giuditta Bonsangue e con il sottofondo musicale del brano Due Notti di Pasquale Catalano, ha realizzato un suggestivo video dal titolo Olive Dolci. C’è tutto il sapore dell’alta moda in questo breve filmato diretto dallo stilista in cui il vento diventa il “regista” di un universo che sembra essersi fermato con la pandemia, ma che si può ancora ammirare dai tetti della Città Eterna. E un prezioso abito sartoriale diventa il migliore attore protagonista davanti alla macchina da presa in una visione onirica che però conserva tutti i colori e le sfumature della quotidianità.
Nei giorni di lockdown le terrazze sono state l’affaccio sul mondo, ed è lì che ho incontrato Giuditta, la mia vicina di casa. Ci siamo conosciuti e raccontati e la distanza si è trasformata in vicinanza. In quel luogo sospeso mi ha raccontato la sua idea, fatta di appunti e immagini”, spiega Giardina, “ho molto amato la storia, ho organizzato scene, tessuti, abito, ma niente di costruito, tutto molto semplice, pulito così come era il desiderio della ragazza: indossare un abito speciale che avesse il potere di trasformare quel momento in un sogno”.

– Gustavo Marco P. Cipolla

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gustavo Marco P. Cipolla
Classe 1984, calabrese di origini, romano di adozione, Gustavo Marco P. Cipolla è un cittadino del mondo. Ama viaggiare, quando gli è possibile, e confrontarsi con realtà e culture sempre differenti. Le sue esperienze formative e professionali sono diverse: dalla Laurea in Relazioni Internazionali ai Master in Marketing e Comunicazione degli Eventi artistici, culturali e dello spettacolo e in Comunicazione e Giornalismo di Moda. Collabora con alcune testate dove scrive, senza la pretesa di essere un critico, di moda, arte e cultura. È stato stagiaire nelle Organizzazioni Internazionali e ha svolto, e svolge, l’attività di press officer nel mondo della musica, nell’universo della moda e ha anche curato l’ufficio stampa di alcune compagnie teatrali indipendenti. Crede fermamente nel talento (degli altri) e sostiene che i giovani di oggi, grazie alle giuste opportunità, diventeranno gli adulti di domani.