Filmati dalla quarantena, videodiari dalle case e dai balconi, racconti di chi ha continuato a lavorare in una città deserta a causa dell’emergenza sanitaria, vivendo una delle più importanti crisi sociali dell’era contemporanea. I registi fiorentini Pablo Benedetti e Federico Micali lanciano una call per raccogliere materiali destinati al progetto no profit Firenze Sotto Vetro, un film documentario che vedrà i cittadini protagonisti (qualsiasi entrata, oltre i costi di realizzazione, sarà devoluta ad enti e associazioni impegnati in questa emergenza). L’idea ha incontrato il favore del Comune di Firenze, che figura come partner istituzionale, e si avvale della collaborazione di Malandrino Film, 011Films, Toscana Film Commission, cinema La Compagnia e Lady Radio.
Firenze”, ha commentato il sindaco Dario Nardella, “sta vivendo come tutte le città del mondo, un dramma secolare dovuto all’emergenza del coronavirus. La storia di questa città è fatta di creatività e di arte e una delle tante risposte arriva proprio dalla settimana arte, quella del cinema, con il progetto di Pablo Benedetti e Federico Micali, Firenze Sotto Vetro. Sarà un racconto umano e collettivo, di un periodo unico, un racconto da dentro, dall’anima della città, di un dramma attraverso la speranza può sbocciare una nuova vita”.
I materiali video si possono inviare, fino al 26 giugno, all’indirizzo email [email protected]; al numero 3497494282 (attraverso le piattaforme Whatsapp e Telegram) oppure nella chat del profilo Facebook @firenzesottovetro.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.