La nuova musealizzazione della Fortezza di Acquaviva Picena, in provincia di Ascoli Piceno, ha concentrato l’attenzione sulla storia e sull’evoluzione architettonica di un monumento simbolo delle Marche, catalizzando le preferenze dei turisti e degli abitanti del luogo.
La Fortezza, inizialmente un piccolo avamposto altomedievale, divenne solido castello con la Famiglia degli Acquaviva, feudatari della casata Sveva e protagonisti delle imprese di Federico II attorno ai primi anni del Duecento. La sua posizione strategica la rese protagonista di numerosi assedi, capillarmente ricostruiti nel filmato 3D dove si assiste alla trasformazione della Fortezza a seguito dell’introduzione delle armi da fuoco. Alla fine del Quattrocento si trasforma in rocca grazie a Baccio Pontelli, che irrobustisce le altissime mura con grandi strapiombi che proteggono dai colpi della neonata artiglieria.
Il lavoro di ricostruzione è stato possibile grazie a un’accurata ricerca storica, allo studio degli scavi, alla comparazione dei documenti e alla scansione laser di tutto il monumento. Il progetto, commissionato dal Comune di Acquaviva Picena, è iniziato con un lungo restauro della Fortezza e proseguito con l’istallazione di nuovi pannelli didascalici, un percorso tattile per ipovedenti che conta su due plastici della Fortezza (uno del Trecento e l’altro come è oggi) e la realizzazione del video La Fortezza nel Tempo visibile con visore Oculus Go realizzato dalla JM – Multimedia Developer con la collaborazione di Riccardo Pallotto e Federica Candelaresi.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.