La grotta di Chauvet, nel sud della Francia, è una scoperta archeologica abbastanza recente (è stata trovata nel 1994 dallo speleologo Jean-Marie Chauvet). Il sito, mai aperto al pubblico per ragioni di conservazione, contiene un ciclo di pitture rupestri ritenuto tra i più antichi al mondo, realizzato circa 36mila anni fa.
Il progetto didattico Chauvet: Meet the Ancestors, promosso da Google Arts & Culture in collaborazione con l’associazione “Syndicat mixte de l’Espace de restitution de la grotte Chauvet” (SMERGC), permette oggi di esplorare a fondo questo incredibile luogo attraverso una ricca collezione di materiali. In un unico sito web, infatti, sono raccolti: oltre 350 contenuti in formato digitale, 54 mostre virtuali, 6 modelli in 3D e un’esperienza virtuale che può essere fruita tramite un video YouTube a 360 gradi oppure un tour VR su piattaforma Steam.

https://artsandculture.google.com/project/chauvet-cave

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.