Tra le montagne della Val Chisone, in Piemonte, gli architetti Fabio Vignolo e Francesca Turnaturi hanno installato Immerso, un piccolo modulo abitativo con le pareti e il tetto trasparenti che permette a chi vi pernotta di osservare il cielo stellato. Obiettivo del progetto è sperimentare un nuovo genere di accoglienza turistica, seguendo un trend che sta prendendo piede a livello internazionale sotto il termine “glamping” (camping di lusso, confortevole e molto accessoriato).
La cabina, che si monta in sole due ore è, secondo le parole di Vignolo, “un riparo temporaneo e contemporaneo, un modo inedito e sorprendente di vivere nella natura”. La struttura è realizzata in pannelli di multistrato fenolico di betulla a incastro: “la peculiarità di Immerso è proprio l’estrema facilità di montaggio, anche da parte di operatori non esperti e senza l’uso di utensili alimentati elettricamente”, spiega Turnaturi.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.