Lo scorso anno il National Geographic, con una copertina di grande effetto che trasformava l’immagine di un sacchetto di plastica in un iceberg, ha lanciato Planet or Plastic, una campagna di sensibilizzazione sul terribile impatto ambientale di un materiale come la plastica. Quest’anno, per proseguire nell’impegno, il giornale ha invitato 12 artisti, originari di 12 dei paesi dove l’inquinamento degli oceani è maggiormente diffuso, a fornire un contributo visivo alla campagna, disegnando dei poster poi riuniti in un calendario.
Le immagini, tutte ispirate alle problematiche ambientali e di salute create dall’uso eccessivo di materiali non biodegradabili (ne buttiamo ogni anno 9 milioni di tonnellate), sono esposte sul sito del National Geographic, dove il calendario è anche scaricabile, accompagnato da una serie di contributi video che spiegano nel dettaglio i contenuti dei disegni attraverso la viva voce dei loro autori. I Paesi coinvolti sono: Cina, Indonesia, Filippine, Vietnam, Tailandia, Sri Lanka, Egitto, Malesia, Nigeria, Sudafrica, India e Bangladesh.

http://natgeotv.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.