Yōji Kuri (1928) è una figura storica nel campo dell’animazione indipendente in Giappone. Oggi quasi novantenne, Kuri è stato un vero e proprio pioniere del settore, producendo oltre quaranta corti animati solo tra gli Anni Sessanta e Settanta. I suoi film sono caratterizzati da un disegno semplice ed essenziale e dalla predilezione per le narrazioni surreali, psichedeliche e macabre.
Nel video che vi mostriamo, The Midnight Parasites (1972) recentemente caricato su Vimeo, l’artista si ispira all’opera di Hieronymus Bosch e in particolare al celebre trittico Il Giardino delle Delizie. L’atmosfera ricalca in pieno lo spirito del maestro olandese: una serie di creature misteriose vengono coinvolte in un ciclo infinito di nascita e morte, durante il quale vengono divorate, mutilate e sottoposte a misteriosi rituali, il tutto corredato da una colonna sonora altrettanto inquietante.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016, Lubiana 2017). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Attualmente insegna Digital Art al Politecnico di Milano. Dal 2011 collabora con Artribune.