Venezia, 7 giugno 2007. Un giocoso vascello pirata attacca la Biennale, sparando 52 colpi di cannone verso i Giardini, uno per ogni edizione della manifestazione. A bordo dell’imbarcazione ci sono Brice Coniglio e Andrea Raviola, in arte Coniglioviola, entrambi in rigorosa uniforme piratesca. A completare lo scenario c’è lui, il gigantesco coniglio rosa gonfiabile, un giocattolone alto 6 metri che per l’occasione indossa le ali, riferimento ironico al Leone di San Marco.
Sono passati dieci anni precisi dal giorno in cui è stata messa in scena questa performance neo-futurista, un gesto ironico e iconico che entra di prepotenza nell’album delle immagini storiche della manifestazione veneziana. Per celebrare questo anniversario il duo torinese ha appena rilasciato questo video inedito che racconta con tono divertito il backstage dell’operazione.

Dati correlati
Autore Coniglioviola
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.