Tra il 1926 e il 1931, lo scultore americano Alexander Calder (1898 – 1976) costruì un circo in miniatura, il famoso Cirque Calder. Realizzato con legno, fil di ferro e stoffe, questo set di oggetti rispecchia in pieno lo stile dell’artista, noto al grande pubblico per le sue sculture filiformi e mobili. In questo video, pubblicato dal Whitney Museum di New York, che possiede attualmente le componenti del piccolo circo, vediamo un estratto del film che il regista Jean Painlevé dedicò all’opera negli Anni Cinquanta. Nel filmato Calder in persona mette in scena lo spettacolo, una buffa e poetica serie di azioni classiche circensi, tra acrobati, maghi, domatori e animali, tutto rigorosamente animato a mano e con l’aiuto di congegni meccanici. Un’opera che unisce scultura, installazione e performance precorrendo tante sperimentazioni tipiche dell’arte contemporanea più recente.

Dati correlati
AutoreAlexander Calder
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.