Quella che stiamo realizzando oggi è una riappropriazione di uno spazio che è anche un luogo della memoria”. A parlare è Fabiana Sargentini, regista romana, figlia del famoso gallerista Fabio. Domani 10 marzo, dalle 19 alle 21 il suo film Tutto su mio padre, Fabio Sargentini verrà proiettato nella gloriosa sede storia de L’Attico, il garage in Via Cesare Beccaria 22, “recuperato” per una sola serata anche grazie all’Associazione Teatro in Scatola.
Oggi che la galleria si trova in Via del Paradiso questa serata assume un sapore ancora più romantico e affettuoso. “C’è stata inoltre la drammatica circostanza della scomparsa di Jannis Kounellis, che in quello spazio espose i 12 cavalli vivi, con un gesto ormai mitologico”, commenta l’autrice,“la proiezione del mio film sarà un modo ulteriore per ricordarlo. Si tratta di un documentario realizzato per commissione dal canale, che oggi non esiste più, Rai Sat, nel 2003. Anche se sono passati molti anni mi sembra che non sia invecchiato. Racconta mio padre, il suo lavoro in un modo personale, non distaccato. Ci sono gli artisti e i critici, come Michelangelo Pistoletto e Achille Bonito Oliva, c’è una partita a ping pong tra Fabio e Marco Lodoli, c’è mia madre, che è una pittrice, ci sono io che racconto come è stato strano avere due genitori così! E naturalmente ci sono i cavalli di Jannis”.

– Santa Nastro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.

1 COMMENT

Comments are closed.