L’artista francese Benedetto Bufalino è noto per le sue installazioni surreali e ironiche. Dalla cabina telefonica-acquario, al ping pong sull’automobile rovesciata, le sue opere non mancano mai di divertire e spiazzare l’osservatore. Il suo ultimo intervento, che è stato installato a Lione dall’8 al 10 dicembre scorsi, è un camion-betoniera trasformato in una gigantesca palla da discoteca. Parcheggiato per la strada nel mezzo di un cantiere in Rue du Président Carnot, lo strano veicolo invitava i passanti a improvvisare un dance floor cittadino, aiutati da luci stroboscopiche e musica a tutto volume. Coadiuvato dal light designer Benoit Deseille, Bufalino ha trasformato la sua opera in una fonte di illuminazione alternativa per il quartiere, coinvolgendo le strade e i palazzi circostanti. L’opera, intitolata La bétonnière boule à facettes, faceva parte del festival Fête des Lumières, evento che Lione organizza ogni anno in occasione dell’Immacolata.

– Valentina Tanni

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma e Milano. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020).