Il suo ristorante, l’Osteria Francescana di Modena, è stato il primo in Italia a raggiungere l’ambito titolo di migliore al mondo, secondo l’annuale classifica dei 50 World’s Best Restaurants. Lui è Massimo Bottura, uno degli chef più stimati del pianeta, autore di una cucina che trae continuamente ispirazione dalle arti visive ed è capace di coniugare la tradizione con l’avanguardia anche dietro ai fornelli.
In questo video, pubblicato dal New York Times insieme a una lunga intervista, lo vediamo all’opera davanti alla macchina da presa di un artista, il ravennate Yuri Ancarani, che lo riprende mentre realizza uno dei suoi piatti simbolo, La parte croccante di una lasagna, aiutato da due assistenti all’interno di una stanza insonorizzata. Protagonista, naturalmente, è il suono: una sinfonia fatta di acqua che bolle, ragù che sfrigola, frullatori che ronzano e infine, naturalmente, lasagne che scrocchiano sotto ai denti. Una volta completato il piatto, lo chef lo serve a un povero robot senza bocca…

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.

2 COMMENTS

Comments are closed.