Lo spot inizia in modo convenzionale. L’ambientazione e l’atmosfera sono quelle che ci si aspetta dalla pubblicità di un profumo: una giovane donna è seduta al tavolo con alcuni commensali durante una cerimonia di gala. Chiacchiera, annuisce, ma il suo sguardo è assente. A un certo punto esce dalla sala con una scusa e si trova sola nel foyer. Da qui, è tutta una discesa nel delirio. La giovane attrice Margaret Qualley, che mette in campo le sue doti di ex ballerina, si lancia in una coreografia scatenatissima e un po’ folle, alla ricerca di una violenta catarsi fisica. Il tutto si svolge sulle note della canzone Mutant Brain scritta da Sam Spiegel e Ape Drums.
Il regista di questo strano spot, che vuole promuovere la nuovissima fragranza della maison giapponese Kenzo, è nientemeno che il vulcanico Spike Jonze (Rockville, Usa, 1969), autore di film di culto come Essere John Malkovich e Il ladro di orchidee. Ma Jonze, che all’anagrafe si chiama Adam Spiegel, deve la sua fama soprattutto a un sfilza di video musicali di grandissimo successo per musicisti come Sonic Youth, Chemical Brothers, Beck e Bjork. In particolare, questo nuovo spot ricorda moltissimo l’inarrivabile clip realizzata nel 2001 per Fatboy Slim, Weapon of Choice, interpretata da un carismatico Christopher Walken.

– Valentina Tanni

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.