Quando guardi in camera, è come fissare negli occhi la morte”. Inizia così, con uno dei suoi taglienti aforismi, il trailer della masterclass di Werner Herzog (Monaco di Baviera, 1942). Il regista tedesco, ormai una leggenda vivente, ha deciso di condividere online la propria esperienza cinematografica, iniziata in età adolescenziale e proseguita floridamente fino a oggi (esce in questi giorni la sua ultima fatica, Lo And Behold: Reveries of the Connected World, un documentario sulla vita al tempo di Internet) con chiunque abbia voglia di ascoltare i suoi consigli, un po’ di tempo libero e la modica cifra di 90 dollari da investire. Sarcastico e tagliente come sempre, Herzog si fa promotore di uno stile artistico libero e fuori da ogni schema: originale, personale, aperto all’improvvisazione e alle suggestioni del momento (“lo storyboard è lo strumento dei codardi”, spiega).

L’autore di pellicole immortali come Aguirre, furore di Dio (1972), L’enigma di Kaspar Hauser (1974), Nosferatu: il principe della notte (1978) e Fitzcarraldo (1982) è uno dei protagonisti dei corsi online del sito Masterclass.com, che offre seminari tenuti da grandi personaggi del mondo del cinema, della musica e dello sport. Durante le cinque ore di corso, il regista promette di raccontare la sua esperienza e offrire suggerimenti sullo storytelling, la scelta delle location e persino il reperimento dei fondi. Tutto quello che vi può servire, insomma, per girare film non convenzionali e liberi da compromessi. “Le scuole di cinema vi rubano troppo tempo e costano troppi soldi. Potete imparare i fondamenti della cinematografia per conto vostro in due settimane”. Parola di Herzog.

– Valentina Tanni

www.masterclass.com/classes/werner-herzog-teaches-filmmaking

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.