“Tilt Brush permette di dipingere in tre dimensioni con la realtà virtuale. La tela è la tua stanza. La tua immaginazione la tavolozza. Infinite le possibilità.” Con questo breve testo Google introduce sul sito dedicato l’applicazione che vorrebbe rivoluzionare il mondo della pittura domestica. Grazie a Vive di Htc (circa 1000 euro), il visore di ultima generazione che copre completamente il campo visivo sostituendosi alla realtà fisica della persona collegata al dispositivo, l’utente sarà in grado di dipingere in 3D senza limiti per la fantasia, usando materiali alternativi come fuoco, stelle e neve. L’utilizzo di questa nuova tecnologia dal promo sembra molto intuitivo: come nei software diffusi tipo Photoshop, Gimp, Pixlr o Paint, si possono scegliere i media con cui interagire nello spazio. Colore, tratto, forma, dimensione e molta fantasia per un’esperienza che sembra unica. Un prototipo di Tilt Brush è stato portato al laboratorio del Google Cultural Institute di Parigi, spazio creato per unire la creatività con la tecnologia e scoprire nuovi modi di vivere l’arte. Già molti artisti provenienti da tutto il mondo e da ogni disciplina hanno provato l’app: con l’hashtag #tiltbrush è possibile trarre ispirazione dalle opere di animatori professionisti, pittori e artisti di strada che si sono cimentati col nuovo arnese…

– Federica Polidoro

tiltbrush.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.