Un cast di svitate per un film sull’assurdità della vita. Paolo Virzì confida ai microfoni di Artribune come ha avuto l’ispirazione per la pellicola selezionata nello spazio che Cannes riserva ai grandi autori. Per La pazza gioia sono stati importanti i confronti e i racconti dei tanti amici medici del regista, ma anche la volontà di esplorare il misterioso universo interiore femminile. Il regista ha menzionato l’episodio in cui, sul set de Il capitale umano, Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti l’hanno raggiunto per mano sotto la pioggia: quel dettaglio buffo è l’origine del film che sta per invadere le sale italiane con quasi quattrocento copie. La pazza gioia è una commedia agrodolce in cui due donne sole e disperate scoprono l’amicizia e la complicità. Nell’ingenuità fiabesca del plot, frutto anche della trasposizione dello stato mentale alterato delle protagoniste, una scrittura notevole, garantita dalla presenza di Francesca Archibugi in veste di co-sceneggiatrice. Tanti gli omaggi cinematografici da ritrovare a partire da Qualcuno volò sul nido de cuculo di Milos Forman a Quel tram che si chiama desiderio di Elia Kazan e fino a Il sorpasso di Dino Risi. Un film fatto con amore che diverte e intrattiene.

– Federica Polidoro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.