Era il lontano 1979 quando Woody Allen faceva il suo primo esordio a Cannes. Il film si chiamava Manhattan e sarebbe diventato una pietra miliare. Oggi il regista, tra i più prolifici e longevi della storia del cinema, torna sulla Croisette per aprire la kermesse, con il film fuori concorso Cafè Society. In quasi quaranta anni il comico di origine ebrea ha calcato il red carpet del più blasonato festival del mondo dodici volte, avendo l’onore di dare inizio alle danze altre già in due casi (è stato nel 2002 con Hollywood Ending e nel 2011 con Midnight in Paris).
Cafè Society è stata annunciata come una commedia romantica. Ambientata nell’industria cinematografica losangelina degli Anni Trenta, ha nel cast Jesse Eisenberg, che aveva lavorato con Woody sul set di To Rome With Love, e Kristen Stewart insieme con Steve Carell, Parker Posey e Blake Lively. Per la prima volta alla fotografia c’è il premio Oscar Vittorio Storaro.

Allen in una recente intervista dell’Hollywood Reporter ha confermato la sua totale estraneità al mondo della tecnologia, eppure “farà ora parte della rivoluzione di Amazon.” Il colosso ha acquistato il suo film per 15 milioni di dollari, decretando la fine dell’accordo con Sony Picture Classics, che aveva distribuito le ultime sei pellicole. Amazon finanzierà anche la prima trasmissione tv streaming di Allen, in cui il navigato attore e regista si vedrà affiancato da Miley Cirus ed Elaine May. Intanto che arrivano le sei puntate da mezz’ora, ecco il trailer di Cafè Society.

– Federica Polidoro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.