Il primo e l’ultimo. Luca Trevisani a Milano

Marsélleria, Milano – fino al 25 novembre 2016. Una decina di polaroid, stampe di erbari su collant e su foglie essiccate, ostensori di corna e bambù, lunghe ombre azzurre sul muro e il suo nome nero su bianco a parete segnano il racconto dell’artista veronese. Un viaggio capace di trattenere, nell’attesa oggettiva della realtà, la rappresentazione di un tempo che va oltre la propria durata.

Luca Trevisani - exhibition view at Marsélleria, Milano 2016
Luca Trevisani - exhibition view at Marsélleria, Milano 2016

Dürer non vide mai dal vero il primo rinoceronte di cui si ebbe notizia in Europa, ma ne conobbe la descrizione contenuta in una lettera, in base alla quale eseguì la nota incisione del 1515, una xilografia su legno che, nonostante le varie inesattezze anatomiche, divenne molto popolare. All’opposto, Luca Trevisani (Verona, 1979) formula la propria personale procedendo per induzione, a partire dalla presa diretta, dall’avvistamento fotografico di pieghe, concrezioni, protezioni e appesantimenti dell’ultimo prezioso pachiderma (bianco) rimasto al mondo. Luca Trevisani ricongiunge nel tempo i primigeni dettagli affidati all’ellissi della mente di Dürer, portandoli a sovrapporsi con l’oggettività della contingenza, nel pieno decorso di un’estinzione contemporanea. Ricongiungimento e sovrapposizione guidano, in questa mostra, anche il processo di fissazione della natura attraverso l’immagine, proposta come stampe floreali di antichi erbari su collant e sotto forma di molecole esornative su foglie essiccate, reali, dando vita al giardino in un estratto di decadenza. In attesa che il film del viaggio verso l’ultimo rinoceronte bianco (Sudan) entri a far parte della mostra, dopo l’anteprima europea nell’ambito dell’imminente Lo Schermo dell’Arte Film Festival fiorentino.

Ginevra Bria

Milano // fino al 25 novembre 2016
Luca Trevisani
MARSÈLLERIA
Via Paullo 12a
02 78622680
[email protected]
www.marselleria.org

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/57104/luca-trevisan-sudan/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.