Senza (troppe) parole. Marco Gastini a Firenze

Galleria Il Ponte, Firenze – fino al 4 novembre 2016. Un decennio creativo estrapolato dalla carriera dell’artista torinese va in mostra nella galleria toscana. Riservando al segno e alla linea tutta l’attenzione che meritano.

Marco Gastini, Acrilico n. 9, 1973 (particolare) – photo Eleonora Angela Maria Ignazzi
Marco Gastini, Acrilico n. 9, 1973 (particolare) – photo Eleonora Angela Maria Ignazzi

È vivamente auspicabile per il visitatore far ingresso con animo quieto negli spazi della galleria, e godere, attraverso le quindici opere selezionate, della produzione artistica di Marco Gastini (Torino, 1938) nel decennio che va dal 1969 al 1978.  È, ahinoi, sempre più forte la tentazione, specie quando si ha a che fare con un esponente del raggruppamento della Nuova pittura o Pittura analitica, di scatenare parole (spesso vane) e critica a fiotti. Qui, invece, urge che l’attenzione (e la lode) sia indirizzata alle sole imponenti opere (come scritto a chiare lettere sull’unica pagina di testo del pregevole catalogo di mostra). Su queste si compie il gesto inquadrato dall’artista nello spazio. L’immediatezza è esplicita e di gran forza. Il segno diventa azione e, nel suo concentrarsi al limite del possibile, diviene essenziale. Se il medium cambia, il punto e la linea sono costanti, a ritagliare spazi negli spazi e sovrapposizioni materiche lasciate libere all’osservatore e alla spontanea relazione percettiva che ne consegue.

Eleonora Angela Maria Ignazzi

Firenze // fino al 4 novembre 2016
Marco Gastini – 1969-1978. Un decennio
a cura di Andrea Alibrandi e Alessio Marolda
IL PONTE
Via di Mezzo 42b
055 240617
[email protected]

www.galleriailponte.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/55902/marco-gastini-1969-1978-un-decennio/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Eleonora Angela Maria Ignazzi
Eleonora Angela Maria Ignazzi (Putignano, 1982). Pugliese di origine, si trasferisce a Firenze per proseguire gli studi in Storia dell’Arte, con una tesi specialistica in Storia dell’Architettura Medievale. Durante gli anni a Firenze viaggia fra Europa e Stati Uniti, dove vive per alcuni anni, frequentando corsi di approfondimento alla Georgetown University. Negli Stati Uniti inizia ad appassionarsi e ad approfondire lo studio dell’arte e dell’architettura moderna e in particolare di quella americana post ‘900. Nel frattempo collabora con gallerie di arte moderna e contemporanea in Italia e in Europa. Coordinatrice di progetti artistici e condirettrice di un programma di residenza per artisti in Salento; attualmente divide la sua vita fra Firenze e New York, sostando quando possibile nella sua amata terra d’origine.