La sacralità del presente. Thomas Helbig a Bergamo

Galleria Thomas Brambilla, Bergamo – fino al 6 maggio 2016. L’artista tedesco Thomas Helbig porta l’astrazione al livello della spiritualità. Con una serie di nuovi lavori presentati nella galleria bergamasca, in occasione della sua seconda personale.

Thomas Helbig, Red Velvet, 2016
Thomas Helbig, Red Velvet, 2016

Che la galleria di Bergamo sia da sempre attenta alla pittura in tutte le sue forme è cosa nota a chi ne frequenta gli eventi, ma c’è un ulteriore aspetto di ricerca che si delinea nel lavoro del proprietario, Thomas Brambilla, e che nasce forse inconsapevolmente: ogni volta che la pittura è protagonista, infatti, lo è su supporti inconsueti. È successo in precedenza con gli strati di filtri industriali su cui dipinge Corinna Gosmaro, poi con le tele deformate su telai appositamente progettati da Ron Gorchov e ora si ripete con la mostra di Thomas Helbig (Rosenheim, 1967) che presenta una serie di opere a spray su velluto.
I lavori di In a Present si compongono con le tracce che catenine e rosari lasciano su pesanti velluti di scena, creando immagini che rimandano a una suggestione spirituale. I segni impalpabili degli oggetti si fondono fra le trame del tessuto, diventando evanescenti ed entrando in una dimensione diversa, amplificata dall’illuminazione che dona loro una fisicità intoccabile. Accanto ai dipinti compaiono una serie di immagini create attraverso stratificazioni di fotocopie. Ribadendo la presenza degli intrecci di rosari che generano una gamma di forme possibili.

Astrid Serughetti

Bergamo // fino al 6 maggio 2016
Thomas Helbig – In a present
THOMAS BRAMBILLA
Via Casalino 23/25
035 247418
[email protected]
www.thomasbrambilla.com

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/51875/thomas-helbig-in-a-present/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Astrid Serughetti
Astrid Serughetti sta costruendo in questi anni la sua personale carriera artistica, nel frattempo ha acquisito l’abilitazione da giornalista pubblicista e collabora con diverse riviste e quotidiani locali per le sezioni di arte e cultura. Si occupa anche di didattica dell’arte nelle scuole e in quest’ottica sta conseguendo la laurea in Culture Moderne e Comparate all’Università di Bergamo con una tesi in pedagogia dell’arte. Il suo lavoro si caratterizza per una ricerca estetica volta alla stimolazione sensoriale che l’opera sviluppa sullo spettatore. Vive a Bergamo.