Dipingere l’incertezza. Luigi Carboni a Milano

Renata Fabbri Arte Contemporanea, Milano – fino al 22 aprile 2016. Luigi Carboni riflette sulla saturazione delle immagini nell’epoca baumaniana della “modernità liquida”. Le opere, realizzate tra il 2014 e il 2016, testimoniano una nuova fase di ricerca attraverso gli strumenti della pittura.

Luigi Carboni – Passi perduti passi ripresi - installation view at Renata Fabbri Arte Contemporanea, Milano 2016 - courtesy l'artista e la galleria
Luigi Carboni – Passi perduti passi ripresi - installation view at Renata Fabbri Arte Contemporanea, Milano 2016 - courtesy l'artista e la galleria

Luigi Carboni (Pesaro, 1957) inizia a dipingere negli Anni Ottanta, raccogliendo l’eredità della tradizione pittorica astratto-analitica e sviluppandone il potenziale legato alla definizione di profondità attraverso il colore. Gli elementi circolari, che animano i supporti densamente dipinti, sono tipici della sua ricerca. Negli ultimi lavori, esposti in occasione della prima personale da Renata Fabbri, i cerchi lacerano la superficie per creare, oltre alla frammentazione dell’immagine, veri e propri slittamenti di senso. Dietro (o dentro) ogni cerchio emerge uno strato sottostante, sia esso un dettaglio, un frammento di un’altra immagine oppure un muro fittizio, che accentua la profondità della superficie dipinta attraverso un gioco illusionistico di proiezione delle ombre. Il cerchio, che nelle poetiche moderniste è stato spesso simbolo di spiritualità, nelle opere di Carboni, come una lente di ingrandimento, mette invece a fuoco il passaggio “liquido” attraverso una molteplicità di riferimenti visivi, lasciandoci nell’incertezza che tutto sia davvero lì, sotto i nostri occhi, come l’artista stesso afferma nell’introduzione alla mostra.

Deianira Amico

Milano // fino al 22 aprile 2016
Luigi Carboni – Passi perduti passi ripresi
RENATA FABBRI
Via Antonio Stoppani 15c
02 91477463
[email protected]
www.renatafabbri.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/52164/luigi-carboni-passi-perduti-passi-ripresi/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Deianira Amico
Deianira Amico (Milano, 1987), storico dell'arte, si è laureata all'Università degli Studi di Milano. E' membro del comitato scientifico dell'Associazione Amici di Piero Gauli di cui segue la curatela di diverse iniziative; lavora nel settore della gestione delle gallerie d'arte contemporanea e l'organizzazione di eventi. Scrive per Artribune, Espoarte Magazine, Inside Art.

1 COMMENT

Comments are closed.