Matteo Basilè tra luce e ombra. A Firenze

Galleria ZetaEffe, Firenze – fino al 29 febbraio 2016. Quattro cicli tematici, dal 2010 a oggi. È la personale fiorentina del fotografo pioniere dell’immagine digitale in Italia.

Matteo Basilè, Unseen #2, 2014
Matteo Basilè, Unseen #2, 2014

Se per Goya il sonno della ragione genera mostri, per Matteo Basilè (Roma, 1974) crea una nuova realtà fatta di sogno e ragione, che si compenetrano e si fondono prendendo forma attraverso personaggi di un altrove impenetrabile. Nel ciclo Unseen, le figure emergono dal buio per mostrare la loro dimensione nascosta, a tratti tangibile come lampo di colore rosso, mentre un’umanità disumana si mostra in Thishumanity. La discesa del sogno diviene narrazione visibile nelle fotografie della serie Landing, fino a debordare nelle atmosfere sospese che celebrano il perenne rinnovamento della vita nell’ultimo ciclo, Lumen et Umbra. L’onirico e il reale sono estremi solo apparentemente opposti, che convivono per questo narratore di storie senza tempo, capace di far coesistere tradizione e modernità.

Alessandra Frosini

Firenze // fino al 29 Febbraio 2016
Matteo Basilé – Lumen et Umbra
a cura di Sonia Zampini
ZETAEFFE
Via Maggio 47r
055 264345 
[email protected]
www.galleriazetaeffe.com

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/50775/matteo-basile-lumen-et-umbra/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alessandra Frosini
Alessandra Frosini è critica e curatrice di mostre d'arte contemporanea. Laureata in Storia dell'Arte Medievale presso l’Università degli Studi di Firenze e specializzata in museologia e in management culturale, dal 2009 ha collaborato con musei, istituzioni, società e gallerie d'arte in Italia e all’estero per numerose mostre ed eventi, portando avanti una personale riflessione sul concetto di memoria. Scrive per testate d’arte quali ArsKey, Artribune, Espoarte, Juliet Art magazine, oltre che per cataloghi e riviste. È docente di museologia e museografia in master sull’organizzazione di eventi culturali e consulente per la compravendita di opere d’arte per privati, case d’asta e fondi d’investimento in arte. Fra le ultime collaborazioni come critico si segnala la partecipazione come giurato al Canova Art Prize di New York, mostra “Giorgio De Chirico and Giorgio Morandi. Rays of Light in Italian Modern Art” al Modern Art Museum di Shanghai, la mostra “Polixeni Papapetrou | Between worlds” per il Photolux Festival, e la doppia personale di Angelo Brescianini e Beatrice Gallori all’Aria Art Gallery di Istanbul.