Alfredo Pirri incontra Mahler. A Firenze

Galleria Il Ponte, Firenze – fino al 18 marzo 2016. La galleria fiorentina mette in scena il terzo e ultimo atto del progetto “All’orizzonte” di Alfredo Pirri. Contrapponendo il possibile alla realtà, sulle liriche di Mahler.

Alfredo Pirri, Kindertotenlieder, 2015
Alfredo Pirri, Kindertotenlieder, 2015

Dopo le tappe al Museo Novecento e presso la Galleria Eduardo Secci, il progetto fiorentino All’orizzonte di Alfredo Pirri (Cosenza, 1957) si conclude con la mostra Kindertotenlieder. Ispirate ai Lieder di Mahler sulle liriche di Rückert dedicate ai figli morti, le opere di Pirri si contrappongono come presenze vitalistiche. I canti sulla morte diventano germinazioni, evanescenti ombre di colore concatenate in un dialogo serrato fra una lastra di plexiglas e l’altra, quasi rincorrendosi e debordando. In alcuni casi sfogandosi, sulla lastra stessa, attraverso fori opalescenti, capaci di espellere come d’inghiottire. Fra un richiamo che sa di quotidiano (con tanto di consolle e vaso di fiori) e una concatenazione contrappuntistica che crea raggruppamenti di opere, l’allestimento è parte integrante della mostra e partecipa alla creazione di un luogo emozionale, un “orizzonte” possibile, contrapposto al mondo reale.

Alessandra Frosini

Firenze // fino al 18 marzo 2016
Alfredo Pirri – Kindertotenlieder
a cura di Arabella Natalini
Catalogo Gli Ori
GALLERIA IL PONTE
Via di Mezzo 42b
055 240617
[email protected]
www.galleriailponte.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/50973/alfredo-pirri-kindertotenlieder/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alessandra Frosini
Alessandra Frosini è critica e curatrice di mostre d'arte contemporanea. Laureata in Storia dell'Arte Medievale presso l’Università degli Studi di Firenze e specializzata in museologia e in management culturale, dal 2009 ha collaborato con musei, istituzioni, società e gallerie d'arte in Italia e all’estero per numerose mostre ed eventi, portando avanti una personale riflessione sul concetto di memoria. Scrive per testate d’arte quali ArsKey, Artribune, Espoarte, Juliet Art magazine, oltre che per cataloghi e riviste. È docente di museologia e museografia in master sull’organizzazione di eventi culturali e consulente per la compravendita di opere d’arte per privati, case d’asta e fondi d’investimento in arte. Fra le ultime collaborazioni come critico si segnala la partecipazione come giurato al Canova Art Prize di New York, mostra “Giorgio De Chirico and Giorgio Morandi. Rays of Light in Italian Modern Art” al Modern Art Museum di Shanghai, la mostra “Polixeni Papapetrou | Between worlds” per il Photolux Festival, e la doppia personale di Angelo Brescianini e Beatrice Gallori all’Aria Art Gallery di Istanbul.