Gabriele Basilico. Mappature affettive in bianco e nero

Galleria Michela Rizzo, Venezia – fino al 20 settembre 2014. L’eleganza visiva di Gabriele Basilico riconferma se stessa sullo sfondo nitido dell’ex Birreria giudecchina. Un omaggio all’Italia e un viaggio composto alle radici degli affetti.

Gabriele Basilico - Milano 2012

La straordinaria capacità di celebrare un luogo attraverso il ritratto fotografico, netto e preciso, delle sue architetture è la cifra cardine dell’approccio visivo di Gabriele Basilico (Milano, 1944-2013) ai propri soggetti. Ma non l’unica. Cartoline d’Italia, curata da Angela Madesani, è una raccolta di “souvenir” fotografici dedicati alle due anime architettoniche del nostro Paese: quella monumentale e quella industriale. Frutto dell’accostamento di due progetti distinti, realizzati da Basilico nel 2012 e alla fine degli Anni Settanta, la mostra gioca, anche fisicamente, su due livelli.

Gabriele Basilico - Milano Ritratti di fabbriche 1978
Gabriele Basilico – Milano Ritratti di fabbriche 1978

Il piano terra mette in scena una serie di scatti, destinati al recente volume sui capolavori del Rinascimento italiano, che illuminano gli scorci storicizzati di alcune città nostrane, mentre il piano superiore accoglie il raggruppamento, forse eccessivamente serrato, di Milano. Ritratti di fabbriche. Ne deriva un viaggio sulla pelle architettonica di un Paese complesso, fatto di contraddizioni che si equilibrano. Ma soprattutto un omaggio di Basilico alle proprie origini, come uomo e come fotografo, in una mappatura di affetti che si compone sotto il bianco e nero ineccepibile della perfezione formale.

Arianna Testino

Venezia // fino al 20 settembre 2014
Gabriele Basilico – Cartoline d’Italia
a cura di Angela Madesani
MICHELA RIZZO
Giudecca 800q
041 8391711
[email protected]
www.galleriamichelarizzo.net

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).