“Maratti come Claudio Villa”. Vittorio Sgarbi a Camerano

Chiesa di Santa Faustina, Camerano – fino al 18 ottobre 2014. Una chiesa, un quadro di Carlo Maratti riportato al suo originario splendore, una mostra a cura di Vittorio Sgarbi: è il mix perfetto per un’inaugurazione in pompa magna con tanto di vescovo. Succede per il Caleidoscopio Festival.

Inaugurazione della mostra nella Chiesa di Santa Faustina
Inaugurazione della mostra nella Chiesa di Santa Faustina

Oggi per noi Maratti è come Claudio Villa, Caravaggio invece è come Mick Jagger”: Vittorio Sgarbi ha esordito con questo paragone, spiegando il ruolo che gli storici e critici dell’arte hanno avuto nel fare la fortuna degli artisti. Così si introduce l’azione e la mostra definita dallo stesso Sgarbi “politicamente corretta”. Siamo a Camerano, in provincia di Ancona, un Comune delle Marche che è riuscito nel suo intento e ha colto la palla al balzo. Il pretesto si presenta un anno fa, quando per problemi di conservazione il quadro di Carlo Maratti (Camerano, 1625 – Roma, 1713) Rebecca ed Elizier al pozzo non può essere esposto alla mostra Da Rubens a Maratta a Osimo, sempre curata da Sgarbi. Il Comune di Camerano trova l’opportunità e gli sponsor per restaurare il quadro che dalla Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Corsini a Roma prenderà aria buona sulle colline marchigiane e resterà esposto fino al 18 ottobre nella Chiesa di Santa Faustina, una cappellania voluta dall’artista stesso.
Un ritorno a casa dunque per Maratti che segna anche l’inizio di Caleidoscopio Festival, prima edizione intitolata Cercatori di libertà, che inaugura una stagione densa di mostre: dal Seicento si passa alla mostra di Quirino Ruggeri, dove sculture e dipinti dialogano con le grotte, una città sotterranea da scoprire. Il festival termina con l’arte contemporanea con la mostra Se dico Aria, con sei artisti internazionali quali Marcello Chiarenza, Chris Gilmour, Angela Glajcar, Kaori Miyayama, Gianluca Quaglia e Medhat Shafik.
 

Federica Mariani

 

Camerano // fino al 18 ottobre 2014
Carlo Maratti – Rebecca ed Eliezer al Pozzo
a cura di Vittorio Sgarbi
CHIESA DI SANTA FAUSTINA
Via Carlo Maratti
[email protected]
www.caleidoscopiofestival.com

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Mariani
Classe 1982, Federica Mariani ha due lauree magistrali, una in storia delle arti e l’altra in economia delle arti conseguite presso l’Università Ca' Foscari di Venezia e ha collaborato per alcuni progetti con la Biennale di Venezia. Ha frequentato il Master Internazionale in Management dei Beni e delle Attività Culturali alla European School of Management di Parigi, sempre nella capitale francese ha lavorato per il centro d’arte digitale Le Cube e la Galleria Alberta Pane. Dal 2012 al 2019 ha lavorato per la Fondazione Marche Cultura come social media specialist. Si è occupata spesso di Street Art e ha collaborato con PopUp! Festival. Attualmente vive ad Anversa e lavora presso il Museum Hof van Busleyden di Mechelen. È giornalista dal 2006, scrive articoli sul mondo dell’arte contemporanea e realizza interviste a livello internazionale.