Fotografi a fine corso. In mostra i risultati del master modenese

Foro Boario, Modena – fino al 29 giugno 2014. Us. Noi. Perché Fondazione Fotografia di Modena non è solo un’importante istituzione che raccoglie fotografie e organizza mostre, ma fa anche formazione, educazione, valorizzazione. Esposti i risultati di chi frequenta il Master di alta formazione sull’immagine contemporanea.

Anna Pavone, Things I love I'm allowed to keep, 2014, courtesy l’artista

Undici giovani fotografi e nove aspiranti tali sono i protagonisti di The Summer Show 2014, la mostra di fine corso che ha concesso loro di sperimentare le pratiche fotografiche a contatto con artisti e curatori di tutto il mondo, di mettersi alla prova con i nuovi territori dell’immagine e con tutte le tecniche possibili. La prospettiva è internazionale e spazia dagli strumenti più tradizionali – il bianco e nero che si materializza in camera oscura – ai video e alle installazioni. Di quattro di loro (Filippo Luini, Giovanni Mantovani, Paola Pasquaretta e Anna Pavone), Fondazione Fotografia ha acquisito le opere, che d’ora in poi faranno parte della collezione permanente.

E in questi ragazzi, un po’ emozionati durante la foto in posa, risiedono gli esiti di una “fabbrica creativa” che convoglia le energie, le ricerche e il futuro di una pratica in cui troppo spesso si sottovaluta lo studio in favore di un’artigianalità diffusa e dai risultati discutibili.

Marta Santacatterina

Modena // fino al 29 giugno  2014
The Summer Show 2014 – Us
FORO BOARIO
Via Bono da Nonantola 2
059 239888
[email protected]
www.fondazionefotografia.org  

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte – titolo conseguito all'Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia dell’arte medievale –, svolge da molti anni la professione di editor freelance per conto di varie case editrici ricoprendo anche, dal 2015 all’inizio del 2018, il ruolo di direttore editoriale del marchio Fermoeditore e della rivista collegata “fermomag”, sulla quale si è dedicata alle rubriche di arte, fotografia e mostre. Scrive per “Artribune” fin dalla nascita della rivista nel 2011, mentre più recenti sono le collaborazioni con il sito “Art&Dossier” – sul quale recensisce progetti allestiti in gallerie private –, con “La casa in ordine”, dove si occupa di designer emergenti e autoprodotti, e con la rivista “Dolcesalato”, su cui propone ai pasticceri suggestioni tratte dall'arte contemporanea. Scrive inoltre testi storico-artistici e sul fumetto per case editrici italiane (Giunti editore, Grafiche Step editrice ecc.) e statunitensi (Fantagraphics Books). Ha partecipato come giurata a concorsi di arte o fotografia e raramente cura delle mostre per artisti che riescono a convincerla grazie alla qualità dei lavori e alla solidità della loro poetica. Per la sede di Parma del Boston College, si occupa inoltre di attività di tutoring sull'arte contemporanea per studenti americani.