Prospettiva e nuvole secondo Gioberto Noro

Alberto Peola, Torino – fino al 30 novembre. L’una ha bisogno dell’altra per esistere e definirsi tale: la costruzione geometrica dello spazio e il suo opposto, la nuvola. Tra sfondati prospettici di gusto rinascimentale, va in scena la nuova ricerca fotografica del duo torinese Gioberto Noro.

Gioberto Noro, Omaggio ad Antonio da Correggio, 2013

Minimalismo e astrattismo sono categorie valide in scultura e pittura. Ma se ne può trattare anche in fotografia, se il lavoro è quello del duo torinese Gioberto Noro (Sergio Gioberto, 1952; Marilena Noro, 1961), che nella mostra Elogio della nuvola dimostra di volersi spingere oltre. Ispirandosi agli scritti dello storico dell’arte di origine ceca Hubert Damish, nei quali esamina il significato dell’elemento della nuvola nella pittura occidentale, come antitesi e bilanciamento della costruzione lineare, la coppia dà corpo e immagine a una personale riflessione filosofica. Quella secondo cui “la rappresentazione geometrica dello spazio, con tutto il suo rigore, genera la nuvola come segno, con la sua alterità, la sua incommensurabilità, la sua indeterminatezza emotiva”. Ragione e sentimento, razionalità e visionarietà convivono e si completano in una serie fotografica dalla compostezza rinascimentale.

Claudia Giraud

Torino // fino al 30 novembre 2013
Gioberto Noro – Elogio della nuvola
ALBERTO PEOLA
Via della Rocca 29
011 8124460
[email protected]
www.albertopeola.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).