#iorestoacasa. Venerdì 13 tutti sintonizzati sui social: arriva la notte bianca del digitale

È l’occasione per sperimentale una nuova forma di socialità collettiva, mettendo a disposizione tutti gli strumenti che abbiamo. Il 13 marzo, dalle 21 alle 24, seguite gli hashtag #NotteBiancaTw e #Litaliachiamo.

La Notte bianca del Digitale credits Invasioni Digitali
La Notte bianca del Digitale credits Invasioni Digitali

Fino a poco tempo fa (un tempo che sembra piuttosto lontano, ma non lo è) vi parlavamo di notti bianche in occasione soprattutto delle art week, per segnalarvi aperture di gallerie notturne e concentrazioni di eventi nelle principali città italiane ed estere. Ora, in seguito alla campagna #iorestoacasa e alle misure governative che impongono la chiusura di musei e l’interdizione di assembramenti, l’iniziativa si sposta sui social e nello spazio web. Così nasce La Notte Bianca Digitale – L’Italia Chiamò, un evento finalizzato a raccogliere e condividere le esperienze e le idee della collettività in tempo di quarantena. Un modo “per stare vicini pur stando lontani”, come si sente ripetere da alcuni giorni sui canali di influencer e personaggi pubblici.

LA NOTTE BIANCA DEL DIGITALE

Organizzato da Invasioni Digitali – un sito di Web e Social Media Marketing rivolto a cultura e turismo – l’evento si svolgerà venerdì 13 Marzo dalle 21 alle 24 su tutti i social (Twitter, Instagram, Facebook, TikTok). Gli hashtag da seguire sono: #NotteBiancaTw e #Litaliachiamo. “Vale tutto per farci compagnia, per trovare nuove forme di socialità con i tanti strumenti digitali che abbiamo a disposizione: musica, quadri, spettacoli di teatro, film, letture, fotografie e tutto quello di cui avete voglia di parlare e raccontare” comunicano gli organizzatori di Invasioni Digitali. “Trasformiamo una bella serata in compagnia in un nuovo modo di sperimentare una socializzazione digitale, e magari farla diventare l’inizio di incredibili progetti futuri”. Per maggiori informazioni trovate tutto qui. Vi ricordiamo, infine, che anche Artribune aderisce alla campagna #iorestoacasa e invita tutti i suoi lettori a fare altrettanto. Tempo per annoiarsi non ce ne sarà, grazie al boom di contenuti online che portano i musei a casa vostra. Qui e anche qui alcuni dei nostri consigli.

– Giulia Ronchi

https://www.invasionidigitali.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.