Future Fashion, al Brooklyn Museum di New York la grande retrospettiva dedicata a Pierre Cardin

È dedicata a uno degli stilisti e designer più innovativi del Novecento la mostra che il prossimo luglio sarà inaugurata al Brooklyn Museum. Un percorso che racconta la carriera di Cardin dagli anni Cinquanta oggi, con abiti di haute couture e prêt-à-porter

Two-tone jersey dresses, with vinyl waders, 1969. Photo by Yoshi Takata. © Pierre Pelegry
Two-tone jersey dresses, with vinyl waders, 1969. Photo by Yoshi Takata. © Pierre Pelegry

Si intitola Pierre Cardin: Future Fashion la mostra che il Brooklyn Museum di New York dal prossimo 20 luglio dedicherà a Pierre Cardin (Sant’Andrea di Barbarana, 1922), tra gli stilisti più iconici del Novecento, pioniere della moda dell’Era Spaziale e del design futuristico. La retrospettiva, che sarà inaugurata il giorno in cui decorre il 50esimo anniversario dallo sbarco sulla Luna, racconta sette decenni di carriera di Cardin, con 170 oggetti che vanno dagli anni Cinquanta a oggi: abiti di haute couture e prêt-à-porter, accessori, fotografie, film e altri materiali tratti dall’archivio dello stilista italiano naturalizzato francese. Il fascino di Cardin per le nuove tecnologie e il fervore internazionale della “Space Race” degli anni Sessanta influenzò il suo abbigliamento couture, che divenne in seguito emblematico dell’epoca. I suoi modelli, caratterizzati da silhouette geometriche e spesso realizzati con materiali non convenzionali, sono stati indossati da modelle internazionali e star del cinema, da Brigitte Bardot e Lauren Bacall ad Alain Delon, Jacqueline Kennedy e Raquel Welch. Cardin inoltre è stato uno dei primi designer europei a presentare le proprie collezioni in Giappone, Cina e Vietnam, oltre ad aver concesso in licenza il proprio nome, con cui ha firmato una vasta gamma di prodotti su scala globale. Ecco alcuni scatti che saranno in mostra a New York…

– Desirée Maida

New York // dal 20 luglio 2019 al 5 gennaio 2020
Pierre Cardin: Future Fashion
Brooklyn Museum
200 Eastern Parkway
www.brooklynmuseum.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.

LEAVE A REPLY